Schiavone: un bene che si torni a parlare della Diga di Piano dei Limiti

“La crescita e lo sviluppo del settore agricolo in Capitanata può rappresentare l’elemento trainante di una rinascita socio economica del territorio. L’innovazione e la modernizzazione della filiera sono sicuramente elementi strategici, ma è altrettanto evidente che solo una adeguata infrastrutturazione del territorio potrà permettere alla nostra agricoltura di affermarsi in modo duraturo sui mercati. Per questo ritengo molto importante che il Consorzio di Bonifica sia tornato a riproporre all’attenzione del Ministero competente il progetto della Diga di Piano dei Limiti.”

Con queste parole il presidente di Confagricoltura Foggia, Filippo Schiavone commenta la notizia dell’incontro tra il presidente Giuseppe De Filippo e i tecnici del Consorzio di Bonifica, con i vertici amministrativi del Ministero delle Infrastrutture, promosso dal parlamentare Nunzio Angiola.

Quell’intervento condiviso da tutto il mondo produttivo, e fermo nei cassetti da anni – conclude Schiavone – rappresenta una opportunità non solo per il mondo agricolo ma per tutta la Capitanata. La sua riproposizione può divenire uno dei tasselli sui cui costruire una nuova concreta politica di investimenti per tutta la provincia di Foggia”.

 

 

Confagricoltura Foggia

Leggi il precedente

GUERRA, RISCHIO POVERTA’ E FAME. CONFAGRICOLTURA: RIVEDERE LA PAC

Leggi il successivo

Daunia Agrinotizie Aprile